BALISAGGIO

Il balisaggio è fatto con delle rubalise (nastri rosso-bianchi), in strisce di circa 80/100 cm.
Un nastro riflettente vi è aggiunto nei tratti notturni. Si possono trovare anche dei cartelli indicatori e, limitatamente a certe zone particolari, qualche segno di pittura gialla fluorescente, degradabile.
I nastri sono generalmente fissati ai rami degli alberi, tra 1,5 e 3 metri di altezza.
Laddove non c’è vegetazione, essi sono fissati all’estremità di una canna (giunco) di circa 1m di altezza, infissa nel terreno.
Dove vi è una biforcazione, almeno due balise (segnali) sono piazzate sul percorso corretto, nei venti metri al di là della biforcazione. Come regola generale, le balise sono piazzate ogni 300 m circa e sono visibili una dall’altra se la configurazione del terreno e la meteo lo permettono.
Se dopo aver percorso 400/500 m voi non trovate alcuna balise, fermatevi et verificate con l’aiuto del road book (scaricabile dal sito), di una mappa, della bussola o meglio ancora d’un GPS, che voi siete sul percorso corretto.
Tuttavia occorre tener presente che malgrado la cura con cui fissiamo il balisaggio negli ultimi giorni prima della corsa e malgrado il controllo di un “apripista” qualche ora prima del vostro passaggio, c’è sempre il rischio che certe balise siano tolte o spostate anche maliziosamente. Purtroppo è già accaduto.
Scusateci, ma in certi casi noi non sappiamo proprio come evitare che dei malintenzionati vi causino dei problemi togliendo o spostando delle balise.
Per la Francia, sono consigliabili le carte TOP 25 de l’IGN ( www.ign.fr ).
In particolare : le carte di « randonnée, compatibles GPS » : 3841OT, 3741OT, 3742OT
Per l’ Italia, la carta 109 al 25.000 « Gruppi Argentera e Marguareis », edizioni MULTIGRAPHIC http://www.edizionimultigraphic.it/ilcatalogo.htm#sentieri